LEAN STARTUP PROGRAM

Giorno 1

Ciao lettore, abbiamo aperto questa rubrica per raccontarti passo passo tutto quello che gli alumni del Lean Startup Program di Peekaboo stanno vivendo incontro dopo incontro. Speriamo di darti degli spunti di riflessione per il tuo progetto, chissà magari un giorno ci incontreremo 😀

Sono oltre 35 i partecipanti alla 4° edizione del Lean Startup Program che ha preso il via venerdì 13 ottobre; un numero elevato che dimostra come il lavoro di Peekaboo piaccia e attiri sempre più persone. Persone motivate, grintose e caparbie che hanno come obiettivo quello di perseguire la propria idea innovativa, il loro sogno, cercando di trasformarlo in un business concreto attraverso la validazione di una startup da presentare, durante il Pitch Day, ad una platea di investitori e Business Angel. 

Durante le prime tre lezioni del Lean Startup Program 4, che si sono svolte nel secondo weekend di ottobre, abbiamo cercato di capire quali fossero i dubbi iniziali dei partecipanti riguardo i primi passi da affrontare per partire con il piede giusto.

Tre, fondamentalmente, i dubbi condivisi dalla maggior parte di loro:

  1. Come posso presentare la mia idea?
  2. Come si costruisce un team affiatato, completo di tutte le risorse necessarie allo sviluppo del prototipo?
  3. Come fare per associare l’idea che ho in mente ad un problema concreto?

Tutti arrivano con un progetto in mente e la voglia di realizzarlo ma, già su questi tre punti apparentemente banali, in tanti si sono bloccati. Così ci siamo concentrati per risolverli applicando semplici tecniche di gamification e problem solving :

  • Per permettere a tutti i partecipanti di presentare la loro idea abbiamo utilizzato un templete dove veniva richiesto di rispondere in un minuto a tre domande essenziali:
  1. Che problema/opportunità di mercato hai individuato?
  2. In che modo il tuo progetto potrebbe migliorare la industry su cui insiste
  3. Perché dovrei collaborare con te?

  • La composizione dei team ha rappresentato una vera e propria sfida. Le persone infatti inizialmente fanno fatica ad abbandonare la loro idea iniziale e si ostinano a voler portare avanti il proprio progetto anche se nessuno è disposto a seguirli. Questo è fortemente sconsigliato, dunque abbiamo proposto la Marshmallow challenge, un “escamotage” tanto utile quanto divertente per rompere l’imabarazzo iniziale. Di cosa si tratta? Sostanzialmente è un gioco basato sulla creatività dove i partecipanti, divisi in gruppi di 3-4 membri, devono costruire la torre più alta possibile, con a disposizione 1 marshmallow, 20 spaghetti, 1m di spago e altrettanto di scotch. Perché abbiamo scelto questo strumento? Perché tramite il gioco si è in grado di testare la creatività, ma soprattutto lo spirito di gruppo e l’attitudine a risolvere i problemi nel minor tempo possibile.
  • Infine per spiegare com’è possibile raggiungere l’associazione tra idea e problema, abbiamo adottato alcune tattiche di Idea Generation, tra cui una in particolare dove chiedevamo di indicare un settore che i partecipanti conoscevano molto bene, indicarne le principali criticità e presentare una soluzione innovativa per ognuna di queste criticità.

idea generation

Il risultato finale è stato entusiasmante. Si sono creati infatti 9 team che, step by step, cercheranno di portare avanti un’idea di startup concreta con il focus rivolto al Pitch Day…

D’altronde il tempo è poco, mancano solo 60 giorni!

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo con il tuo team o i tuoi amici.

Ah quasi dimenticavo… Non dimenticarti di seguirci sulla pagina Facebook, clicca quì per restare sempre aggiornato su news, contenuti ed eventi della community e viecci a trovare quanto prima ;D

Candidati al prossimo Lean Startup Program