L’MVP per vendere il prodotto prima del lancio

Impara, costruisci e misura per validare e vendere la value proposition

Nel gergo startup, il termine MVP (minimum viable product) è molto comune, seppur siano in molti a non conoscerne il vero significato. Esso sta ad indicare uno stadio, minimo ed indispensabile nella prima fase di lancio di una startup, nel quale la value proposition può essere testata e validata. Partiamo dal presupposto che l’MVP può essere un’esperienza totalmente diversa rispetto al prodotto finale e che, per questo motivo, avrà un altissimo ritorno sull’investimento. Per cui nessuna paura di tentare e sperimentare, siamo ancora lontani dal lancio definitivo!

Le parole d’ordine sono, in sequenza:

IMPARA → COSTRUISCI → MISURA

MVP

Steve Blank dice: “Stai vendendo la vision e consegnando le funzioni minime ai visionari, non a tutti.” In questa frase è racchiuso il concetto di MVP, ovvero qualcosa che ancora non è completato ma che già può essere venduto!

SUPER MVP DI SUCCESSO

Per capire l’importanza dell’MVP nel successo di una startup possiamo citare dei casi straordinari in cui sono state vendute agli utenti solo le funzioni primordiali del prodotto definitivo.

    • Il team di Dropbox ha condiviso un video di 3 minuti con il proprio network per testare le reazioni alle funzionalità del prodotto. I signup sono aumentati da 5.000 a 75.000!!!
    • Groupon ha cominciato con un semplice blog su WordPress e successivamente ha realizzato uno script per l’invio automatico di coupon in PDF via mail.
    • L’MVP di AirBnb fu un semplicissimo sito web dove i founder mettevano in affitto il divano di casa in occasione di una conferenza per Design a S. Francisco.
    • In Kickstarter, Pebble, ha validato il proprio modello riuscendo a raccogliere $10M (!!!) per un prodotto non ancora realizzato.

MVP vision realtà

COSTRUIAMO UN MVP EFFICACE

Come al solito, alla base di tutte le vendite, ci sono gli early adopters; a seconda delle loro caratteristiche possiamo presentare diversi MVP. MA, prima di presentare qualsiasi cosa agli user, dotiamoci di un metodo concierge, ovvero di un modo di risoluzione del problema che sia manuale e concreto e che ci permetta di reiterare rapidamente e di modificare il prodotto se necessario.

Vediamo ora cosa presentare ai carissimi early adopters:

  • video di presentazione;
  • landing page;
  • gruppo Facebook;
  • mockup navigabile;
  • evento live;
  • un sito o un’app;
  • campagna di crowdfunding;
  • SERVIZIO CONCIERGE.

Per dare vita ad un MVP, occorre prima immaginare e “disegnare” il prodotto. Scopri se hai svolto nel modo corretto la fase di design thinking! CLICCA QUI!

Candidati al prossimo Lean Startup Program