Chi è e cosa fa un Growth Marketer

By 23 Luglio 2019 Innovation Academy

Cosa fa un growth marketer. Conosci già questa professione? Perfetto, se non conosci questo lavoro, ora starai pensando che questo è sicuramente un altro di quei lavori del futuro destinato a nascere, decollare, raggiungere il suo picco e finire nel dimenticatoio nel giro di un paio d’anni (se non meno), invece no. Assolutamente.

Tra i vari mestieri del web imparare ad operare nel mondo del growth marketing è sicuramente una delle migliori scelte che tu possa fare.

Il compito principale di un growth marketer per farla breve è far decollare un business, ad esempio tu sai come creare una startup ma non sai come farla decollare, ecco attraverso il growth marketing puoi analizzare e selezionare le strategie possibili per far crescere la tua startup. Ma è una via indicata per qualunque tipo di impresa. È una professione che sta prendendo sempre più piede in Europa, mentre negli Stati Uniti è già consolidata stabilmente.

Perché un’azienda dovrebbe assumere un growth marketer? La risposta è già nel suo nome: growth, ovvero crescita. Il growth marketer si impegnerà infatti a fondo per la crescita aziendale. Un growth marketer è una persona che ha una conoscenza del marketing online in tutte le sue sfumature, dalla creazione di un’idea per un business fino a come aumentare le vendite di un’azienda già avviata, competenze che possono variare dal mondo dell’economia fino al mondo della realizzazione di strumenti per avviare un business online.

Vuoi diventare un growth marketer?

Scopri come farlo a

Roma

Scopri come farlo a

Milano

 

Ad esempio, vuoi creare un e-commerce?, il growth marketer possiede competenze che vanno dall’eventuale analisi economica del settore in cui vuoi operare fino alla messa a terra delle strategie pianificate per entrarci. Una definizione molto ampia, certo, ma che racchiude tutto quello di cui un’azienda ha bisogno per crescere. Un mondo racchiuso in una professione in continua evoluzione.

A quali tipologie di aziende o startup può servire un growth marketer? Qui la risposta è molto più semplice: a chiunque voglia veder crescere la sua azienda. Il growth marketer può essere utile in aziende appena nate come in aziende già avviate ad esempio ad un’azienda che da anni opera offline e ha bisogno di una figura per digitalizzare il proprio business scegliendo la via più rapida possibile oppure ad una startup che per sopravvivere e crescere nel tempo ha degli obiettivi fissi da raggiungere a livello di risultati economici.

Ma cosa fa in sintesi il growth marketer? Può essere la soluzione alla domanda “il mio business può crescere di più o ho già raggiunto il massimo?”. Molte volte aziende che nel tempo hanno consolidato il loro business sono restie verso nuove vie per ampliarlo per i diversi rischi che queste possono comportare (investimenti, cambiamento radicale della propria direzione strategica ecc.) o semplicemente per un’avversione profonda e immotivata al cambiamento. Invece questo tipo di professionista nella propria startup o nella propria azienda può essere una fonte di continuo aggiornamento.