Chi è e che cosa fa un Product Manager

By 25 Luglio 2019 Innovation Academy

L’economia, i vari mercati, specie nei settori che riguardano l’online sono in continua evoluzione. Come possiamo perciò comprendere queste evoluzioni per capire se un prodotto vende? O diventiamo product manager o ne assumiamo uno.

Ma chi è e cosa fa un product manager? Immagina che la tua azienda abbia bisogno di conoscere vita, morte e miracoli di un prodotto. Conoscere un prodotto in ogni sua sfumatura è fondamentale sia per lanciarlo che per presentarlo al meglio su un determinato mercato, curare nei minimi dettagli la sua produzione e avere pieno controllo degli obiettivi che quel prodotto dovrà e potrà raggiungere. Obiettivi commerciali che possono andare da un minimo numero di vendite per rientrare delle spese effettuate fino a calcolare gli obiettivi da ottenere in termini di quote di mercato.

Il product manager è quella figura impegnata nella ricerca delle strategie di marketing volte a far decollare il più rapidamente possibile un determinato prodotto. Il product manager è l’owner della direzione e della cura di un prodotto, impegnata dalla progettazione alla promozione. Una figura che risulta indispensabile se un’azienda è alla ricerca di un prodotto che possa essere unico nel suo genere.

Come figura professional ha un ruolo chiave sia in mercati già definiti che hanno bisogno di conoscere eventuali nuovi fabbisogni dei potenziali clienti o le evoluzioni di determinate tipologie di prodotto e le relative modalità di promozione. Ma può essere ancor più utile nel lancio e produzione di prodotti innovativi lo studio e l’analisi del fabbisogno del possibile cliente può aprire le porte all’azienda, attraverso il lavoro del product manager, a nuovi mercati.

Vuoi diventare un product manager?

Scopri come farlo a

Roma

Scopri come farlo a

Milano

 

Una professione che per certi versi è dedita all’ascolto, a conoscere il consumatore e saper trovare la migliore strategia per conoscere il pensiero di un cliente potenziale prima di lanciare un prodotto sul mercato o definire l’innovazione di un prodotto già esistente.

Tutti dettagli che messi insieme formano il progetto finale, in cui il manager “del prodotto” è impegnato in maniera sia diretta che indiretta, dato che è necessario che ci sia una profonda comunicazione tra l’area di produzione e la sua figura dato che opera sull’idea di prodotto. La collaborazione di un professionista di questo tipo è da ritenersi fondamentale anche per la selezione di determinati materiali o parti del prodotto, oppure nell’assistenza nel contrattare con i fornitori per stipulare contratti e prezzi d’acquisto.

Il product manager opera spesso sulla linea di confine tra l’area commerciale, dove ci si occupa di marketing e vendite, e quella produttiva. Una di quelle professioni del futuro nate per fare da collante tra le nuove e le vecchie conoscenze del mondo del lavoro. Invece, insieme al reparto dell’analisi economica e di bilancio, un product manager può effettuare degli studi per definire in quanto tempo si potranno recuperare gli investimenti effettuati, ma anche la definizione del prezzo per lanciare il prodotto sul mercato ed eventuali promozioni.

 

Insomma, in sintesi, un product manager deve studiare continuamente, avere una comunicazione efficace, essere sempre aggiornato sui mercati e avere abilità nel saper dare una direzione precisa prima al progetto e poi al prodotto.